Test: PCOS quiz

Tags: , , , , , , , , ,

Se ti sei collegata a questo sito, e se stai leggendo questo blog, probabilmente ti stai chiedendo se: “Ho la sindrome dell’ovaio policistico anche io?”.

Probabilmente hai dei sintomi che possono farti pensare che, forse, sei anche tu in questa condizione.

Il test che è riportato qui sotto, contiene delle domande semplici ma importanti da fare a te stessa. Ovviamente è solo un quiz ed anche se risponderai SI a tutte le domande, non preoccuparti, non è detto che la causa dei tuoi sintomi sia davvero la sindrome dell’ovaio policistico ma avrai comunque necessità di consultare uno specialista.

Eccole di seguito:

  • Hai avuto pochi cicli (8 o meno di 8) mestruali negli ultimi 12 mesi?
  • Hai mai avuto dei ritardi superiori a 2 o 3 mesi?
  • Soffri di perdite (piccole perdite di sangue) tra un ciclo e l’altro?
  • Stai cercando una gravidanza e sei scoraggiata perché il test è sempre negativo?
  • Hai notato crescere peli scuri eccessivi sul tuo corpo o sul tuo volto? Magari in posti dove non eri abituata a vederli?
  • Hai l’acne?
  • Sembra che i capelli sulla tua fronte si stiano diradando?
  • Ti sembra che nel tuo collo sia presente un’ombra bruna che non va via nonostante un’accurata detersione?
  • Hai avuto un incremento di peso ultimamente? O fai fatica a perdere peso nonostante la dieta?
  • Hai notato un incremento del tuo girovita?
  • Ti sembra di cercare o di avere sempre una gran voglia di dolci o zuccheri? O senti avere ancora bisogno di mangiare dopo aver finito un buon pasto?
  • Qualche membro della tua famiglia hai il diabete?

Se hai risposto sì a cinque o più di queste 12 domande, forse hai necessità di confrontarti con uno specialista. Se non è la PCOS a procurarti questi sintomi probabilmente sarà qualcos’altro: solo un medico potrà aiutarti. Se hai risposto sì anche solo ad una di queste domande, considera che potresti sviluppare qualche problema di salute. Non aspettare nella speranza che questi sintomi passino da soli ma chiedi aiuto e consiglio. Parlane per prima cosa al tuo medico di base, il quale saprà rassicurati ed indirizzarti allo specialista che più fa al caso tuo.

Iscriviti alla newsletter di LOTUS Flower

{captcha}

About Stefania Cattaneo

Sono Stefania Cattaneo e sono una biologa nutrizionista, appassionata di sport e di nutrizione applicata alle donne. Lavoro nel mio studio privato vicino a Torino, dove visito pazienti di ogni tipo e con le più disparate situazioni ma in particolare mi occupo di sportivi e di donne con problemi ormonali legate al mondo dell'Ovaio Policistico. Farò del mio meglio per aumentare le vostre conoscenze in questa materia, difficile, complicata, delicata ma allo stesso tempo affascinante: la PCOS.

4 thoughts on “Test: PCOS quiz

  1. Salve soffro di pcos e da tre anni cerco una gravidanza. Assumo la metformina è seguo un a dieta specifica senza zuccheri,senza farine raffinate e senza latticini. In 3 mesi ho perso solo 3kg e di una gravidanza neank l ombra. Sono davvero tanto affranta.

    1. Cara Valentina, la perdita di peso in presenza di pcos, non è semplice. E’ come se il corpo si opponesse ad ogni modifica. La Sindrome dell’Ovaio Policistico è proprio questo: resistenza. Non perdere le speranze: anche piccole riduzioni di peso sono importanti. Ricordati che l’attività fisica (hai visto i video di Lavinia e i suoi suggerimenti?) è fondamentale per sbloccare la resistenza insulina e mobilizzare il grasso, soprattutto quello addominale. Sii positiva! Segui il blog, troverai consigli, informazioni e supporto. Siamo con te!

  2. Salve,soffro di PCos da quattro anni.ho preso in poco tempo circa trenta chili e soffro anche di ipotiroidismo.il mio ginecologo ha sempre sminuito il problema,prescrivendomi la pillola e dicendo che se si chiude la bocca si dimagrisce!!vorrei trovare un medico che mi aiutasse e capisse!!

    1. Ciao Veronica!
      Scusaci se ti rispondiamo con ritardo, ma speriamo che la nostra replica sia comunque benaccetta.

      È molto triste pensare che un ginecologo abbia sminuito il tuo problema: la conoscenza e la preparazione sulla PCOS purtroppo non è ancora forte, anche tra i professionisti del settore. Immaginiamo la frustrazione che una donna possa provare di fronte all’incomprensione da parte della classe medica, e per questo hai tutto il nostro supporto e la nostra vicinanza.

      Le donne con sindrome dell’ovaio policistico soffrono spesso di questo problema: acquisire del peso è molto facile a causa di una disfunzione dell’insulina e un iperinsulinismo. Chi soffre di questa sindrome accumula con più facilità tessuto adiposo e peso (anche mangiando molto poco), e se a questo si aggiunge una condizione di ipertiroidismo, come nel tuo caso, l’organismo tende a bloccarsi ancora di più.

      Non perdere le speranze e continua a cercare un medico che possa seguirti in questo percorso e che abbia la preparazione e la sensibilità necessaria per comprendere la tua situazione metabolica.
      Nel mentre possiamo certamente consigliarti di non sottovalutare l’attività fisica perché resta sempre un validissimo supporto alla terapia dietoterapica e di affidarti ad un esperto che possa preparare un programma nutrizionale adatto ai bisogni del tuo organismo.
      La soluzione per perdere peso non è “chiudere la bocca” ma seguire un piano alimentare con il supporto di un nutrizionista che sappia calibrare la tua alimentazione senza che questa diventi soltanto privazione e rinuncia.

      Vivere bene con la PCOS è possibile, ricordalo! E seguire una dieta specifica e personalizzata può permetterti di gestirla in maniera consapevole 🙂

      Su questo blog pubblichiamo periodicamente articoli sulla pcos e la sua gestione e ogni mese approfondiamo una tematica specifica sulla nostra newsletter, continua a seguirci!
      Tra gli ultimi articoli pubblicati, abbiamo anche parlato della rabbia di una diagnosi tardiva: se non lo hai ancora letto, lo trovi qui: https://www.lotusflowerpcos.com/la-rabbia-di-una-diagnosi-tardiva/

      Grazie per il tuo commento, ti auguriamo il meglio 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *