Cos’è la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS)?

Tags: , , , , , , , , ,

Vi siete rivolte ginecologo per qualche disturbo circa il ciclo mestruale, oppure vi siete rivolte al dermatologo per curare l’acne o l’eccesso di peli, o ancora siete andate dal medico perché il peso sta aumentando e vi state chiedendo se non ci siano di mezzo gli ormoni… il medico vi avrà proposto una serie di esami ormonali (il famoso dosaggio ormonale) e un’ecografia, poi vi avrà chiamate in studio e vi avrà detto: “Signorina: il quadro fa pensare alla sindrome dell’ovaio policistico”.

Cosa avrà inteso il medico con queste parole?

Sindrome ovaio policistico (noi la chiameremo PCOS): analizziamo il senso di ognuna di queste parole.
Innanzitutto Sindrome: È una malattia? No, con questa parola si intende una serie di segni e dei sintomi che fanno capo ad una particolare condizione clinica dell’individuo. Poi, Ovaio: questa condizione riguarda e colpisce le ovaie che appaiono, all’ecografia, piene di piccole vescicole.
Quindi ci si deve sentire “malate”? No, questa è una condizione medica seria che si può trattare e con la quale si può convivere.
Anche se vi sentirete sole di fronte a questa definizione, sappiate che la sindrome dell’ovaio policistico è una delle condizioni ormonali più comune nelle donne in età fertile (fra i 15 ed i 50 anni). Mediamente nel mondo, 1 donna su 10 (in alcune parti del mondo l’incidenza é anche più alta) é affetta dalla PCOS e più del 70% delle donne con PCOS, non sa di esserne affetta.
Non abbiate timore: chiedete, confrontatevi, parlatene. Conoscerla vi darà gli strumenti per gestirla.
Saperne di più vi aiuterà a capire cosa sta succedendo al vostro corpo e perché è importante sapere come affrontare la PCOS, sotto ogni aspetto: fisico, emotivo e di relazione con il vostro partner.

Iscriviti alla newsletter di LOTUS Flower

About Stefania Cattaneo

Sono Stefania Cattaneo e sono una biologa nutrizionista, appassionata di sport e di nutrizione applicata alle donne. Lavoro nel mio studio privato vicino a Torino, dove visito pazienti di ogni tipo e con le più disparate situazioni ma in particolare mi occupo di sportivi e di donne con problemi ormonali legate al mondo dell'Ovaio Policistico. Farò del mio meglio per aumentare le vostre conoscenze in questa materia, difficile, complicata, delicata ma allo stesso tempo affascinante: la PCOS.

2 thoughts on “Cos’è la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS)?

  1. Buonasera, io ho l’ovaio policistico e il fastidio che mi crea e’ di una lieve acne sulla zona del mento. La ginecologa mi ha prescritto l’anello , essendo una pillola a basso dosaggio ( ho preso per un po’ di tempo la pillola normale e mi aveva risolto il problema ma purtroppo il colesterolo era andato alle stelle. ) non vorrei tornare ad assumere un farmaco, mangio sano e faccio tanta attività fisica… esistono altri rimedi? Prodotti per la pelle che fanno al caso mio? Grazie

    1. Ciao Valentina!

      Scusaci se ti rispondiamo con così tanto ritardo, ma la nostra replica potrebbe esserti ancora utile o esserlo ad altre donne nella tua stessa situazione.

      Certamente una diagnosi virtuale non è possibile: la tua condizione deve essere studiata a seguito di una visita presenziata e di una lettura delle analisi specifiche del tuo caso.
      Una brava estetista e un dermatologo sapranno senz’altro suggerirti la soluzione migliore per il tuo caso.

      Da parte nostra, possiamo dirti che l’acne è sicuramente uno dei problemi più importanti e diffusi connessi alla pcos.
      Ma, qualora fosse effettivamente la pcos la causa primaria dell’acne (e non un androgenismo di tipo diverso), c’è da precisare che non tutti i trattamenti ormonali possono essere utili a dare un sollievo a questa condizione.
      Per far sì che la soluzione sia effettiva, occorre che il dermatologo faccia una valutazione di importanza e priorità, ovvero che capisca grazie a uno studio approfondito, se siano le ovaie a produrre una quantità errata di ormoni maschili oppure se la causa è di natura differente. Nel primo caso, l’insulina può essere fortemente implicata nella produzione di ormoni che generano a loro volta una esplosione acneica sull’epidermide. Nel secondo invece, il trattamento sarebbe del tutto diverso.

      Per le donne con pcos che soffrono di acne, va fatta una valutazione tra le pillole più adeguate poiché non tutte hanno un effetto antiandrogeno: a seconda delle diverse sottocategorie farmacologiche, possono essere adatte o meno a migliorare l’aspetto della pelle.
      Se nel tuo caso la pcos non è la causa primaria, il dermatologo valuterà se utilizzare dei trattamenti topici/locali oppure se inserire nella terapia integratori o farmaci specifici, a seconda del livello e della gravità dell’acne.

      Speriamo di averti dato degli spunti interessanti sull’argomento, prima di salutarti ti consigliamo di dare uno sguardo agli articoli di Bellezza che abbiamo pubblicato, spesso scriviamo di acne! Li trovi tutti qui: https://www.lotusflowerpcos.com/category/bellezza/

      Grazie per il tuo commento, ti auguriamo di trovare presto una soluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *