Tags: , , , ,

Peli sul viso

Per noi donne i peli sul viso altro non sono che un disagio; possiamo soffrire di ipertricosi o di irsutismo, ciò che ci accomuna è il desiderio di liberarci da questo nemico che ci porta solo fastidio e vergogna.

Le donne che soffrono di PCOS sanno bene a cosa mi riferisco: la comparsa dei peli su basette, guance, mento, collo e sul labbro superiore sono i principali segni visibili in grado di compromettere la nostra femminilità anche nel rapporto con gli altri.

Se siete consapevoli di essere affette da sindrome dell’ovaio policistico dovrete in primis seguire le indicazioni del vostro medico per tenere in equilibrio il vostro quadro ormonale e poi potrete occuparvi della parte estetica perché l’irsutismo è una battaglia che si può affrontare e gestire ma bisogna farlo nel modo giusto!

Vediamo insieme cosa fare e cosa non fare sul nostro prezioso viso:

NO a rasoio, dischetti abrasivi, creme depilatorie e creme decoloranti

SI a pinzette, ceretta, luce pulsata, laser e elettrocoagulazione

Iniziamo con i NO.

Vi sconsiglio l’utilizzo di tutti i metodi depilatori, ovvero quelli che tagliano il pelo in superficie senza eliminare la radice perché la ricrescita dà l’effetto dell’antiestetica barba.

Mi capita ancora spesso di incontrare donne che utilizzano il rasoio elettrico o la lametta per liberarsi dai peli in eccesso e altre che optano per la loro decolorazione pensando di mascherare la situazione; purtroppo non è così molte volte questi peli, soprattutto se molto spessi, si vedono ancora di più.

No anche alle creme depilatorie che insieme a quelle decoloranti agiscono sulla pelle chimicamente e potrebbero causare irritazioni; il viso fa parte delle zone delicate del nostro corpo, proteggiamolo.

Stessa cosa per i dischetti abrasivi che se passati sul viso potrebbero causare delle vere e proprie abrasioni da sfregamento oltre a brutte irritazioni. Quindi, è meglio evitare.

E ora al via i SI.

Si all’epilazione ovvero alla rimozione dei peli compresi di radice.

Possiamo optare per le pinzette se l’irsutismo è minimo e i peli da togliere sono scuri e spessi come quelli che di solito crescono sul mento.

Quando invece l’irsutismo diventa più importante possiamo scegliere la ceretta e quella che vi consiglio per epilare le zone delicate del viso e le altre parti del corpo colpite da irsutismo come petto o schiena, è quella brasiliana.

E’ una ceretta che si scalda a basse temperature e che ha la particolarità di aderire totalmente al pelo e non alla pelle; ciò permette uno strappo più delicato che non lascia la pelle traumatizzata e arrossata.

Inoltre, per chi ne è soggetta, è una metodologia molto utile contro la follicolite che molte volte compare in seguito alle epilazioni con ceretta tradizionale; dopo lo strappo la pelle risulterà liscia e vellutata e non avrete tutti quei fastidiosi brufoletti post depilazione.

Il dolore che si prova è molto soggettivo; sicuramente minore rispetto alla ceretta tradizionale ma non assente.

Per aiutarvi  a riconoscerla aggiungo che si tratta di una ceretta che viene applicata dall’estetista con una spatola in legno e strappata con le mani senza l’ausilio delle strisce di tessuto non tessuto.

 Per questa metodologia sconsiglio il fai da te, meglio rivolgervi a delle professioniste capaci di eseguire correttamente lo strappo in modo da evitare anche l’insorgenza di peli incarniti.

Il costo  della seduta è un po’ più elevato rispetto ad una ceretta tradizionale ma il risultato che otterrete ne farà valere la pena e soprattutto avrete una ricrescita dei peli più morbida.

Se invece preferite ottenere risultati più a lungo termine, potrete optare per la luce pulsata o per il laser che garantiscono una epilazione progressiva permanente e vanno molto bene per trattare i peli del viso per i quali solitamente sono necessarie una decina di sedute.

Sono tecniche che agiscono meglio su un pelo scuro e una pelle chiara ma soprattutto i laser attuali possono gestire al meglio anche situazioni diverse e con pelosità più chiara.

L’unico modo per capire se la vostra situazione è trattabile è quello di rivolgervi a centri estetici o medici specializzati per una consulenza e un preventivo di spesa.

In questo modo eliminerete tra l’80-90% della vostra pelosità, talvolta anche il 100% ma dipende dai casi, il risultato sarà da tenere poi sotto controllo negli anni con sedute di mantenimento soprattutto se affette da disfunzioni ormonali quali la PCOS.

E per concludere, nel caso i vostri peli risultassero troppo chiari o bianchi per essere trattati dalla luce pulsata o dal laser potrete affidarvi all’elettrocoagulazione, una tecnica superata dalle nuove tecnologie ma l’unica che può liberarvi da questa tipologia di pelo.

Consiste nell’inserimento di un ago piccolissimo nel bulbo pilifero a cui segue una leggera scossa elettrica che brucia il bulbo alla radice; come per le altre tecnologie saranno necessarie più sedute ma alla fine si potranno avere dei risultati duraturi nel tempo. 

Come avete letto, esistono diverse possibilità per tenere a bada la vostra peluria, dovete solo scegliere quale potrebbe essere quella più adatta a voi!

 

About Rachele Cipriano

Mi chiamo Rachele e sono una studentessa di estetica professionale, nonché una grande sostenitrice del cambiamento! Mi occupo della bellezza esteriore delle persone per andare a toccare quella interiore, quella che fa stare bene.

2 thoughts on “Peli sul viso

  1. Ciao, è vero, il rasoio può non essere molto indicato, ma se l’ispessimento è solo temporaneo, si può smettere se ci si trova male.

  2. Ciao!

    La depilazione con il rasoio è sconsigliata, in quanto comporta un ispessimento del pelo. Questo è ancor più vero quando parliamo di peli del viso: se anche l’ispessimento fosse soltanto temporaneo, utilizzare il rasoio potrebbe trasformarlo in un problema più duraturo.
    In definitiva, quando possibile, è sempre consigliato preferire un metodo di depilazione che indebolisca il pelo, riducendo l’effetto antiestetico che si vuole combattere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *