Tags:

Le maschere per il viso

È arrivato il momento di affrontare un argomento vastissimo: le maschere per il viso!

Potrei parlarvene per ore perché oggi in commercio ce ne sono davvero tantedi diverse formulazioni, composizioni, colori, profumi… ci sono quelle in crema, in gomma, in tessuto, in hydrogel,  in schiuma, in patch, le black mask e tante altre!

Ognuna di esse è specifica per il trattamento di determinati tipi di pelle elo scopo principale è quello di  potenziare l’efficaciadella skin routine che effettuiamo quotidianamente.

Ma, quando ci ritroviamo di fronte a tutte quelle maschere diverse e dobbiamo sceglierne una, oltre a stabilire l’inestetismo che vogliamo contrastare, a volte dobbiamo anche domandarci di cosa ha bisogno la nostra pelle in un quel determinato momento.

Quindi, ad esempio, possiamo decidere di effettuare abitualmente una volta a settimana una maschera all’argilla per contrastare le impurità della nostra pelle grassa oppure possiamo decidere di sostituirla con una maschera idratante dopo esserci esposte al sole oppure ancora di farne una preventiva nutriente se sappiamo di dover andare in alta montagna a fare una passeggiata sotto il sole.

È assolutamente necessario ascoltare sempre il nostro corpo e cercare di rispondere alle sue esigenze.

L’efficacia delle maschere è data dall’associazione dei principi attivi funzionali in esse contenute e a seconda della formulazione possiamo avere, in linea di massima, le seguenti tipologie di maschere:

  • Maschere idratanti. Vanno bene per qualsiasi tipo di pelle e sono da applicare quando sentiamo l’esigenza di dare da bere alla nostra pelle o dopo un’esposizione al sole o in seguito ad una giornata stressante per avere una pelle fresca e luminosa. Spesso contengono aloe vera, altea oacido ialuronico.
  • Maschere lenitive. Donano sollievo alle pelli sensibili che si arrossano in seguito a stress ambientali o fisiologici. Solitamente contengono sostanze decongestionanti come camomilla, achillea, calendula e iperico, sostanze vasoprotettrici o argilla bianca.
  • Maschere nutrienti. Sono adatte a persone con pelli molto secche e disidratate che hanno bisogno di tanto nutrimento; solitamente contengono oli e burri vegetali (come olio di mandorla, di jojoba o il burro di karitè), sostanze riparatrici come la vitamina A (retinolo) e nutrienti come la pappa reale o la rosa.
  • Maschere purificanti. Spesso sono a base di argilla verde. Le consiglio per contrastare le pelli miste e impure con applicazioni settimanali ma consiglio anche applicazioni più sporadiche per persone che sentono l’esigenza di pulire il proprio corpo ed espellere tossine. Più specifiche per pelli grasse e con tendenza acneica sono quelle astringenti e opacizzantiche, oltre a contenere argille, sono arricchite con sostanze come il tea tree oil, la bardana, l’amamelide o la menta.
  • Maschere anti-age e strutturanti. Servono a contrastare i segni del tempo, l’elasticità affievolita, l’insorgenza di radicali liberi e nutrono la pelle in profondità. Possono contenere olio di argan, coenzima Q10 (ubichinone), acido alfa lipoico, vitamina E (tocoferolo), vitamina C e antiossidanti; le consiglio a persone che hanno superato i 35 – 40 anni.
  • Maschere schiarenti e esfolianti. Sono adatte per persone che hanno un colorito spento o macchie sulla pelle e che vogliono eliminare cellule morte dal viso; spesso sono maschere che contengono alghe, argilla bianca e alfa idrossi acidi (acidi della frutta).

Queste che vi ho dato sono rapide indicazioni per aiutarvi ad orientarvi meglio nella vostra sceltae  gli ingredienti che ho citato sono solo alcuni di quelli che potreste trovare all’interno delle maschere; le sostanze funzionali presenti per raggiungere un determinato effetto sono sempre associate ad altre che vanno a completare l’effetto del trattamento(es. in una maschera per pelli grasse saranno sempre presenti sostanze idratanti).

Solitamente si consiglia di effettuare questi preziosi trattamenti 1 volta a settimanama questa frequenza può variare in base alla maschera applicata e in base all’esigenza e alla reazione della vostra pelle.

Per le tempistiche di applicazione vi invito a seguire le indicazioni suggerite sulle confezioni seguendo sempre l’accortezza di togliere la maschera nel caso aveste fastidio o bruciore. Mi raccomando, le maschere si applicano su pelle detersa!

Per la scelta di una marca o dell’altra vi invito a optare per quelle che non contengano parabeni, siliconi (es.dimethicone, silossani o peg), EDTA, petrolati, oli minerali, paraffine e coloranti (C.I + n°) perché oltre a non fare bene alla vostra pelle (non sono dermoaffini) e all’ambiente creano delle barriere sul viso che occludono i pori e non fanno penetrare i principi attivi.

 Vi consiglio prodotti che contengano sostanze di origine naturale e vegetale, ancora meglio se certificati bio(un aiuto in più per chi non sa quale marchio scegliere)perché la natura è ricca di tesori che possono portare beneficio alla vostra pelle. Non è importante il prezzo ma la qualità e il contenuto di questi prodotti; esistono ottime maschere a prezzi bassi e pessimi prodotti a prezzi molto alti e viceversa.

Nel caso optaste per la preparazione di maschere fai da te, sappiate che esistono anche libri e manuali sull’argomento che vi possono aiutare a scegliere meglio gli ingredienti giusti da utilizzare per la vostra pelle!

E come sempre, concludo invitandovi a concedervi del tempo da dedicare a voi stesse; le maschere manderanno alla vostra pelle degli impulsi benefici e la vostra pelle vi ringrazieràcon un aspetto più luminoso e rilassato!

TAG:

cura pelle

 

 

About Rachele Cipriano

Mi chiamo Rachele e sono una studentessa di estetica professionale, nonché una grande sostenitrice del cambiamento! Mi occupo della bellezza esteriore delle persone per andare a toccare quella interiore, quella che fa stare bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *