Il bagno turco

Tags: , , , , ,

Sicuramente tutte voi ne avete sentito parlare ma quante effettivamente lo hanno provato e ne conoscono i benefici?

Oggi ve ne parlo e lo faccio per illustrarvi un modo piacevole e rilassante per depurare il corpo e rigenerare la pelle!

Partiamo dalle basi.

Il bagno turco è un luogo in cui si può beneficiare del vapore umido che si trova nei suoi locali; la temperatura varia tra i 35° e i 50° circa e l’umidità raggiunta è quasi del 100% (a differenza della sauna in cui vi è calore secco, temperature maggiori e umidità minore).

Con la permanenza nelle sue stanze il corpo si sottopone a diversi stimoli: in primis grazie al calore umido si ha una sudorazione lenta e  progressiva che porta alla traspirazione cutanea e di conseguenza all’apertura dei pori, allo smaltimento di tossine e allo scioglimento di tensioni muscolari.

È utile anche per liberare le vie respiratorie perché il vapore inalato aiuta a fluidificare il muco e liberare i bronchi (utile quindi nel caso foste reduci da una fastidiosa influenza)  e sulla pelle ha un’azione purificante che ne favorisce la pulizia e ne stimola il rinnovamento cellulare (proprio per questo è anche adatta alle persone che soffrono di acne).

Inoltre, durante le sedute è consigliabile effettuare delle docce con acqua fredda; in questo modo l’organismo effettua una ginnastica vascolare (cioè una dilatazione e una costrizione dei vasi sanguigni) che porta ad una tonificazione dei tessuti e a un miglioramento della circolazione sanguigna e del sistema immunitario.

Oltre a tutti questi benefici si ha anche una vera e propria stimolazione dei sensi e un miglioramento del nostro umore, grazie all’ossigenazione del nostro organismo ci sentiremo meno stressate e più tranquille!

E dove sono questi bagni turchi?

Li potete provare nelle Spa, alle terme, nei centri benessere, nelle palestre e all’Hammam che è il vero e proprio bagno turco!

L’Hammam, è un luogo da scoprire e io, ho deciso di farlo!

Mi sono informata, ne ho scelto uno e ho effettivamente constatato che è un vero e proprio punto di incontro per dialogare ed è un momento per pensare a se stesse e alla cura del proprio corpo.

Le sue origini sono antichissime; i primi ad utilizzarli furono i romani con la creazione delle terme romane  trasformatesi poi nell’attuale hammam, tuttora usanza e rito di purificazione di corpo e mente dei popoli islamici.

Io ne ho visitato uno composto da tre stanze in cui ho effettuato un percorso molto piacevole che prevedeva il passaggio e la sosta da una stanza all’altra (tutte con temperature diverse) per poi concludere in una stanza relax in cui ho recuperato la giusta temperatura corporea e mi sono dissetata sorseggiando una tisana alla menta.

È necessario presentarsi equipaggiate di un paio d’ore a disposizione, un costume, infradito, un panno personale sui cui sedersi (per una questione igienica), un accappatoio e il necessario per fare una doccia.

L’ingresso è distinto tra donne e uomini pertanto insieme a voi possono entrare anche le pelosità sulle vostre gambe perché è un luogo in cui ci si sente libere!

Oltre ad aver socializzato con altre donne molto esperte del rito dell’hammam, sono entrata in contatto con il mitico sapone nero marocchino e ne sono rimasta piacevolmente colpita! La sua azione esfoliante, purificante e nutriente regala una pelle meravigliosa, morbida e vellutata!

Si tratta di un sapone di origine vegetale (a base di olio di oliva e altri oli tra cui quelli essenziali) che non rilascia schiuma e si presenta sotto forma di crema pastosa e va massaggiato delicatamente su tutto il corpo (tranne sul viso) per 15/20 minuti circa all’interno della stanza di medio calore (così da avere i pori della pelle ben dilatati). Sul viso viene stesa un’altra crema esfoliante ma più delicata (della mia ricordo il profumo di rosa).

A seguire viene fatta una doccia tiepida per asportarlo dal corpo e solo dopo si può effettuare lo scrub con il guanto di Kessa (guanto tradizionale esfoliante) che pulisce la pelle in profondità eliminando tutte le cellule morte … rimarrete stupite dall’efficacia sia del sapone sia dell’esfoliazione!

Lo scrub si può effettuare sia con il fai da te sia come trattamento specifico da un’operatrice dell’hammam (come ho fatto io per farmi coccolare e scrubbare per bene)…in entrambi i casi  la vostra pelle risulterà più morbida e luminosa già dalla prima seduta!

Inoltre potrete scegliere di effettuare i vari servizi aggiuntivi proposti dall’hammam come l’utilizzo dell’argilla ghassoul per il viso o per i capelli (ha proprietà purificanti adatta quindi a chi ha la pelle grassa), il savonage (detersione con insaponatura di tutto il corpo), l’applicazione dell’henné sui capelli o un bel massaggio finale benefico.

Attenzione però perché il bagno turco non è adatto a tutti. Ci sono controindicazioni ad esempio per chi ha infezioni cutanee,  problemi cardiovascolari, di pressione o varicosi. Abbiate sempre cautela e nel dubbio di poterlo fare o meno e in presenza di patologie, chiedete un parere al  vostro medico.

Detto ciò, provateci! Vi renderete conto di quanto giovamento ne trarrete!

Iscriviti alla newsletter di LOTUS Flower

{captcha}

About Rachele Cipriano

Mi chiamo Rachele e sono una studentessa di estetica professionale, nonché una grande sostenitrice del cambiamento! Mi occupo della bellezza esteriore delle persone per andare a toccare quella interiore, quella che fa stare bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *