Pcos? Ecco come riconoscerla

Tags: , , , , , , ,

Che cosa sai della PCOS? Che è qualcosa che hai già sentito ma non ti interessa? Che è una situazione che riguarda solo le donne in sovrappeso? Che la PCOS, non facendo male, non è una cosa di cui ti devi occupare?

Ci sono donne che si allarmano e altre che sottovalutano, ma qui parliamo di fatti concreti.

Lo sai che la PCOS riguarda circa 1 donna su 10 in età fertile?

Lo sai che la PCOS è una delle sindromi in cui è più difficile fare diagnosi? e quasi il 50% delle donne che hanno la PCOS non sanno di averla?

Lo sai che il 50% delle donne con PCOS può andare incontro a diabete prima dei 40 anni?

Lo sai che le donne PCOS hanno un rischio 3 volte superiore di cancro all’endometrio? E un rischio da 4 a 7 volte superiore di malattie cardiache gravi?

La PCOS è una condizione che riguarda ormoni e metabolismo. Si pensava in passato che riguardasse solo le ovaie, ma ora si sa che è qualcosa di più. Non ti allarmare ma la sindrome dell’ovaio policistico è una condizione seria, importante, di cui ci si deve occupare perchè puoi fare molto per te stessa e prevenire complicazioni future oltre che vivere meglio il tuo presente.

Ci sono segni importanti, da non sottovalutare, per cui vale la pena fare un salto dal medico:

  • il tuo ciclo non è regolare o sono mesi che non si presenta (e sei sicura di non essere incinta);
  • hai l’acne o sono comparsi brufoli e acne sul tuo viso, sotto il mento magari, e sulle spalle;
  • i peli sono molto più folti del solito e sono distribuiti in parti che non sono normali per una donna come: mento e baffi, schiena e fondoschiena, petto e basso ventre, capezzoli;
  • guardandoti allo specchio vedi i tuoi capelli molto radi sulla fronte e vedi il bianco dello scalpo, e pensi che questa non sia una caduta stagionale;
  • vedi intorno al collo, un imbruttimento della pelle che non va via neanche con una attenta detersione. Questa condizione di chiama Acanthosis nigricans ed è correlata all’insulina resistenza.

Insieme ai segni precedenti, prendi sul serio anche una strana e smodata voglia di dolci (associata ad una sensazione di capogiro o svenimento), quando ti metti a dieta e non perdi neanche un etto o quando stai cercando un figlio che non arriva.

La PCOS ha anche una serie di correlazione con lo stato mentale è psichico: ansia, umore depresso, fatica e cattiva qualità del sonno.

Ti ritrovi in questa descrizione? Ecco cosa puoi fare: rivolgiti al tuo medico di fiducia che ti indirizzerà verso approfondimenti specifici, fra cui la consultazione con un ginecologo e/o un endocrinologo, per fare una diagnosi accurata e decidere quale strada terapeutica sarà la più efficace per te. Dopodiché ti occuperai di come migliorare la qualità della tua vita con alimentazione equilibrata e un po’ di sano movimento.

Non fare autodiagnosi, non convincerti da sola di avere la PCOS, ma chiedi sempre al medico. La cosa più importante per te non è la paura che tu abbia qualcosa di grave (perchè la PCOS non è questo!), ma la voglia di fare qualcosa di buono per te e per la tua salute.

Iscriviti alla newsletter di LOTUS Flower

{captcha}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *