Di che forma sei?

Come promesso eccoci a parlare di forme femminili. Per scegliere il giusto look è indispensabile aver individuato a che forma corporea apparteniamo delle cinque più riconoscibili. E’ fondamentale per sapere cosa e come valorizzarsi, per evitare di attirare l’attenzione sulla parte sbagliata del nostro corpo e per avere chiaro quale deve essere il nostro punto di forza. Poi, sì, esistono anche i casi particolari , ovvero una forma prevalente con qualche caratteristica di un’altra forma… un po’ come l’ascendente per il segno zodiacale!

Non vi chiedo di prendervi le misure e nemmeno di utilizzare il famoso metodo con il “manico della scopa”. Vi chiedo semplicemente di osservare questo divertente schizzo qui sotto dove sono raffigurate tutte le forme femminili di riferimento, provando a riconoscervi in una di queste.

Di seguito rispondete a queste tre veloci domande:

  1. Davanti ad un specchio, qual è la parte più sporgente del vostro fisico?
  2. Dopo le feste natalizie in quale parte del corpo avete accumulato qualche chilo di troppo?
  3. Quando acquisti un abito, quale parte del tuo corpo tendi a valorizzare?

Adesso abbiamo già abbastanza elementi per capire se vi siete identificate nel modo corretto leggendo le descrizioni di seguito:

 

FORMA A MELA: insieme alla forma a pera sicuramente tra le più diffuse. Detta a mela o a cerchio perché il risultato della figura sarà TONDO. La caratteristica che più evidenzia questa figura è la pancia, dove accumula più chili, il punto vita missing ! Fianchi e spalle in linea, gambe sottili e sedere piatto. Leggi i miei consigli su come vestirti!

FORMA A PERA: un’altra delle forme più gettonate! Qui la sproporzione tra fianchi larghi e spalle strette è molto evidente. Seno piccolo o mediamente piccolo e punto vita stretto. Accumula i suoi chiletti dai fianchi alle ginocchia, per cui anche le cosce sono tondeggianti, spesso non tanto più grandi dei polpacci e il sedere è formoso! La sua caratteristica sono le famose culotte de cheval! Leggi i miei consigli su come vestirti!

FORMA A TRIANGOLO INVERTITO: al contrario in questo caso la sproporzione riguarda le spalle ben più larghe che i fianchi stretti. Pancia piatta, seno proporzionato ma tende ad accumulare grasso nelle braccia e nella parte alta del corpo. Leggi i miei consigli su come vestirti!

FORMA A CLESSIDRA: la femminilità per eccellenza! Anche se in questi anni la moda ha penalizzato questa figura rimane nella sua “romanticità “ tra le mie preferite. Le spalle e i fianchi sono in armonia, formosi ma alla stessa altezza . Il punto vita è stretto ma molto evidenziato! E con qualche chilo in più è ancora più bella! Leggi i miei consigli su come vestirti!

FORMA RETTANGOLO: la forma più ambita da tutte le donne! Spalle, fianchi e punto vita sulla stessa linea, gambe sottili, sedere proporzionato. Uniforme e longilinea, un’icona di perfezione insomma! Tende ad ingrassare in modo ben distribuito senza andare ad evidenziare nulla in particolare. Leggi i miei consigli su come vestirti!

Avete trovato la vostra? E’ utile perchè nei miei post farò molto riferimento alle forme per suggerirvi la scelta del capo più adatto a voi. Le vostre caratteristiche possono essere dettate dalla genetica, da qualche chilo di troppo o da patologie momentanee o permanenti. Non importa, l’importante è riconoscerla e amarla! Ad ogni forma ho dedicato un… Come vestirti! Vai a vedere!

| Filed under Style

Forma a triangolo invertito

Se non sei una donna con le caratteristiche fisiche di una forma a triangolo invertito, soprassiedi su questo post c’è certamente un altro post dedicato a Te.

Per chi invece si è identificato nella forma femminile a triangolo invertito ecco qualche primo suggerimento generale !

E’ una forma poco diffusa appartiene perlopiù a ginnaste e sportive. Dobbiamo cercare di mettere in risalto le gambe longilinee, di smorzare le spalle imponenti e nascondere le braccia se sono cicciottelle. Anche se le spalle ben disegnate in un corpo femminile sono bellissime! Ma in questo caso sono sproporzionate con il resto del corpo e risultano troppo invadenti.

Per macro categorie dei capi individuiamo i modelli più adatti a Voi!

  • MAGLIERIA: questo è l’unica categoria di capi alla quale dovete prestare attenzione. Vi donano le maglie con le maniche scese o raglan che tendono a rimpicciolire le spalle. Non indossate maglie oversize meglio se seguono le linee dei busto. Rigorosamente di colori scuri, in fantasia solo se è un micro disegno a base scura. Per le canotte e i top meglio se a spalla larga. Le giacche solo destrutturate e senza mostrine o spalline. Le maglie scollate a V solo se avete poco seno altrimenti concedetevi la scollatura ma tonda. Meglio evitare bustini e spalle completamente nude. Piuttosto indossare un modello monospalla. Nel caso in cui vogliate scoprire la parte alta ricordatevi di indossare un pantalone più largo.
  • PANTALONI: stretti, skinny ! Giocate con i colori e le applicazioni. I pantaloni con pinces e tasche all’americana sono ideali perché danno un po’ di forma ai fianchi diritti.
  • GONNE: corte per esaltare le belle gambe. Tubini e minigonne strette. Non state bene con le gonne a ruota o a trapezio. Prediligere sempre tessuti non elasticizzati.
  • ABITI: il vostro modello è quello incrociato o tagliato sotto il seno con la scollatura a v e la gonna diritta. Deve essere di un tessuto morbido come seta o chiffon in modo da creare un po’ di movimento nella parte bassa. No ad abiti avvitati anni ’50 o molto costruiti.

I capispalla li vedremo in seguito, tanto ormai li stiamo per abbandonare…

Siete le sportive, ma questo non significa rinunciare ad essere eleganti. Tanti capi sportivi si mescolano perfettamente con gli outifit quotidiani, un gioco di contrasti che raramente delude.

| Filed under Style

Forma a rettangolo

Se non sei una donna con le caratteristiche fisiche di una forma a rettangolo, soprassiedi su questo post c’è certamente un altro post dedicato a Te.

Per chi invece si è identificato nella forma femminile a rettangolo ecco qualche primo suggerimento generale!

Siete le più fortunate e di conseguenza anche le più invidiate. Niente sproporzioni, niente chili di troppo mal distribuiti, forse qualche mancanza. Il sedere, di solito piatto. Quindi potete puntare su quell’abbigliamento un po’ over, quelle “forme non forme”, quelle maxi maglie così stilose che non possono permettersi proprio tutte… meno femminilità ma stile da vendere.

Per macro categorie dei capi individuiamo i modelli più adatti a Voi!

  • MAGLIERIA: eviterei maglie troppo aderenti che metterebbero in luce il seno che di solito è piccolo. Opterei invece per volumi più abbondanti per maxi- maglie che fanno quasi da mini abito.. Si a colori e fantasie di tutti i generi. Le scollature possono essere profonde senza apparire esagerate, bene anche le cinture strizzate a vita.
  • PANTALONI: tutti. Le tue gambe sono secche e slanciate vestile di pantaloni skinny colorati o in fantasia. State bene con i pantaloni a cavallo basso o boyfriend, con elastico, con pinces e ghette… ma anche con i pantaloni larghi, in questo caso fate più attenzione alla parte alta che dovrà essere più asciutta e costruita.
  • GONNE: devono essere corte per valorizzare le gambe, ma non fascianti, per evitare di evidenziare il sedere che non ha forme.. Quindi ok a minigonne un po’ più morbide e a trapezio.
  • ABITI: abiti over, abiti morbidi, con tutte le applicazioni e le asimmetrie possibili…. E’ importante creare un po’ di volume uniforme su tutta la figura. Quindi vanno molto bene le sovrapposizioni , le balze ,le rouches e le maniche ampie. Ma soprattutto potete indossare anche uno straccio e starete da Dio!!

I capispalla li vedremo in seguito, tanto ormai li stiamo per abbandonare…

Essere chic è una questione di gusto e stile ma con queste forme potete esserlo in modo naturale facendolo diventare un modo di essere.

| Filed under Style

Forma a pera

Se non sei una donna con le caratteristiche fisiche di una forma a pera, soprassiedi su questo post c’è certamente un altro post dedicato a Te.

Per chi invece si è identificato nella forma femminile a pera ecco qualche primo suggerimento generale !

Io penso sia la forma più sfigata, la mia forma!!

Nel senso che oltre ad andare a togliere l’attenzione da fianchi e sedere abbondanti dovremmo cercare di bilanciare la sproporzione con le spalle strette, andando a trovare capi che, oltre a valorizzare il punto vita (unico a nostro favore), volumizzino la parte superiore del corpo cercando di rendere meno evidente la differenza di forme. Anche le gambe non aiutano, di solito ben piazzate. La differenza in questa figura la fa certamente l’altezza.

Per macro categorie dei capi individuiamo i modelli più adatti a Voi!

  • MAGLIERIA: molto bene le camicie con colletto che riempie la zona collo/ décolleteé, bene anche i blazer e giacche con spalle costruite “che sanno di …. ben vestita”. Le spalle strette fanno sembrare le maglie basic un po’ troppo povere. Non esagerate con la lunghezza, altrimenti sembrerete un sacco (per l’indifferenziato però) ! niente spalle scese o maniche raglan diminuiscono ancora di più il volume delle vostre spalle. Sì invece a rouches o balzine … da preferire la camicia o maglia infilata dentro il pantalone o la gonna.
  • PANTALONI: meglio se a vita alta, larghi, a palazzo o a zampa. Purtroppo non fanno per te i pantaloni stretti e nemmeno quei modelli maschili morbidi con le pinces che chiudono alla caviglia. No! Bandite anche le tasche all’americana, meglio un taglio jeans cinque tasche classico. Sbizzarritevi con pantaloni scampanati anche aderenti sulle cosce ma larghi dal ginocchio in giù. Slanciano la figura, ovviamente indossati con un bel tacco o una zeppa.
  • GONNE: le gonne sono un articolo facile, devono essere corte e scampanate o a ruota. Oppure lunghe alle caviglie se la tua altezza lo consente. Niente gonne a pieghe o tubini.
  • ABITI: smanicati con scollo all’americana o a bustino con le spalle scoperte per la parte di sopra, punto vita ben delineato e gonne ampie … Scegliete tessuti rigidi, più strutturati, che abbiamo già forma di loro.

I capispalla li vedremo in seguito, tanto ormai li stiamo per abbandonare.

Nessuno vi chiede di rinunciare alle ultime tendenze, o di stravolgere il vostro corpo; è importante essere obiettivi, imparando a vestirsi tenendo conto di pregi e difetti! Quindi anche se Kim Kardashian va in giro stile salame in una retina, non è detto che stia bene! Ma è Kim Kardashian!

| Filed under Style

Forma a mela

Se non sei una donna con le caratteristiche fisiche di una forma a mela, soprassiedi su questo post c’è certamente un altro post dedicato a Te.

Per chi invece si è identificato nella forma femminile a mela ecco qualche primo suggerimento generale !

Intanto per questa forma è fondamentale sapere che il suo punto forte sono le gambe di solito sottili, magre e dritte. Quello che invece cercheremo di mascherare è il punto vita e la zona del busto in generale. Le sottocategorie della forma a mela sono due e dipendono dalla proporzione del seno. Che può essere piccolo per la quale faremo delle scelte o grande per cui dovremmo farne delle altre.

Per macro categorie dei capi individuiamo i modelli più adatti a Voi!

  • MAGLIERIA: è indispensabile scegliere una maglieria morbida, non troppo lunga ,al massimo deve arrivare a coprire il sedere, meglio se arriva ad altezza fianchi. Sì alle bluse quadrate, alle camicie senza pinces e alla maglieria diritta. Importante la scelta dei tessuti, prediligere seta, viscosa e jersey, no a lana e tessuti spessi o particolarmente elasticizzati. Da evitare modelli maschili e forme troppo over non farebbero altro che ingoffarvi e minimizzare la vostra femminilità. Giocare con le sovrapposizioni, optare sempre per un cardigan o un blazer da portare aperto che confondano le vostre rotondità laterali.

Colori scuri da preferire, o micro fantasie che confondano i contorni della zona pancia.

Se avete un seno abbondante concedetevi qualche scollatura un po’ più profonda in modo tale da slanciare il busto. Ma è importante che le forme siano proporzionate. Niente camicioni, niente maxi maglie, niente top troppo corti che tenderebbero a fare effetto balza.

  • PANTALONI: Qui abbiamo quasi carta bianca…. Pantaloni a sigaretta o skinny, jeans aderenti, strappati e ricamati, anche a zampa! ma solo se portati con il tacco. Colori chiari e fantasie sono preferibili, darebbero un tocco originale al vostro look. Fate attenzione ad una cosa … se la sproporzione del tronco e delle gambe è davvero tanto evidente è indispensabile che i pantaloni non siano troppo aderenti. Per intenderci, se la pancetta è diventata qualcosa di più, scegliamo pantaloni asciutti ma non “seconda pelle”. Banditi i leggings in qualunque caso!!
  • GONNE: l’importante che sia corta! Sotto il ginocchio è zona rossa!!
  • ABITI: gli abiti li indossate bene, fatene una scorta. Le forme a tunica, a sacchetto e diritte sono le vostre. Tra il resto sono modelli molto chic e raffinati che vi faranno sembrare quasi un po’ …. parigine bon ton! L’importante che siano corti, perché va bene il bon ton, ma evitiamo di sembrare più basse dell’ordinario.

Per chi ha un seno di qualche taglia in più ricordatevi le scollature, ma sono banditi abiti stile impero e cinture appoggiate a vita! Niente tubini e abiti anni ’50.

I capispalla li vedremo in seguito, tanto ormai li stiamo per abbandonare…

In ogni caso dimenticatevi di non poter essere alla moda perché avete questa forma fisica.. basta solo qualche accorgimento e un po’ di autocritica e sarete impeccabili!

| Filed under Style

Forma a clessidra

Se non sei una donna con le caratteristiche fisiche di una forma a clessidra, soprassiedi su questo post c’è certamente un altro post dedicato a Te.

Per chi invece si è identificato nella forma femminile a clessidra ecco qualche primo suggerimento generale!

Per le donne a clessidra è indispensabile capire che le loro forme sono molto femminili e sensuali e non è necessario essere particolarmente magre. Queste caratteristiche precludono la scelta di un abbigliamento che le risalti ma che non le ostenti… Per intenderci la donna a clessidra con la tuta e le sneakers non sarà mai bella come con un abito tubino e un paio di tacchi da urlo… Insomma le sportive chic le lasciamo fare alle altre, voi siete sexy. Ma il confine tra sensuale e volgare è molto sottile quindi è importante non oltrepassarlo!

Per macro categorie dei capi individuiamo i modelli più adatti a Voi!

  • MAGLIERIA: corta, non oltre il punto vita, gli scolli a vi stanno molto bene, sono il giusto compromesso. Se avete piacere di indossare una maglia lunga è importante che sia ben sciancrata a vita. Meglio senza troppi fronzoli per non sbilanciare le proporzioni già perfette.. Osa colori e fantasie!
  • PANTALONI: devono essere a vita alta. Poi se sono larghi, palazzo, skinny o aderenti non è importante. State bene con tutti i modelli. L’unico pantalone che mi sento vivamente di sconsigliare è quello con cavallo basso o jeans boyfriend.
  • GONNE: anche per le gonne vanno bene a tubino ma anche a trapezio o a ruota . Vi direi solo di non scegliere le gonne a pieghe e quelle a palloncino… la lunghezza al ginocchio vi valorizza di più, anche longuette. Attenzione alle gonne troppo corte!!!!
  • ABITI: state bene con tutti i modelli di abiti tranne che con gli abiti oversize, le tuniche e gli abiti a sacchetto. Certo il vostro must dovrebbe essere il tubino nero appena sotto il ginocchio, un po’ scollato ,magari con una piccola apertura sulla schiena, indossato con un paio di Louboutin tacco 12 ! Wow! Il sogno di tutte!! Ma ve lo potete permettere quasi solo voi, quindi difendete questo sogno!!

I capispalla li vedremo in seguito, tanto ormai li stiamo per abbandonare…

Non bisogna preoccuparsi di ciò che possono dire i passanti ma la moda è fatta di regole tra cui il buon gusto ed è giusto rispettarle. Voi ne siete la dimostrazione!

| Filed under Style

Di che colore sei?

La primavera è alle porte ed è meglio incominciare a pensare che dovremmo rilegare i nostri adorati capi neri in un angolo dell’armadio per far spazio ai COLORI. Il colore è certamente la prima cosa che ci fa avvicinare ad un capo di abbigliamento. Vi sarà capitato di acquistare un abito solo perché vi siete innamorate pazzamente della nuance in cui era proposto, per poi magari scoprire che quel modello non vi sta poi così bene. Oppure al contrario, se pensiamo che quel colore ci “sbatte”, potrebbe essere anche firmato Dior, magari a saldo, ma non lo acquisteremo mai!

Qualche regola in fatto di colori c’è. Ma la prima da tenere sempre a mente durante lo shopping è: il colore che va di moda è quello che ci piace! Ovvero, il nostro colore preferito in fatto di abbigliamento sarà certamente quello che indosseremo meglio, in maniera disinvolta e che darà il giusto risultato al nostro look!

Ora, per orientarci, dividiamo i colori in tre macro categorie:

  • NEUTRI: sono i colori che spesso fanno da base al nostro outfit, stanno bene tra di loro ma anche con la gran parte degli altri colori. Il nero, il bianco, il grigio, il beige e il blu. E poi le nuove declinazioni tipo il Greige a metà tra il beige e il grigio, il colore non colore, un vero passe-partout! Armani docet!
  • VITAMINICI: sono i colori in grado di trasmetterci energia, colori caldi, brillanti, scenografici, adattissimi per gli accessori quali scarpe e borse e facili da abbinare con le stampe. Sono il verde, il giallo, il rosso , l’arancione, il viola.
  • PASTELLO: sono i colori più freddi, quelli che preferiscono le donne da Bologna in su… regalano un tocco sofisticato e chic . Sono il rosa, l’azzurro e il verde salvia .

Mixare i colori vitaminici può sembrare difficile ma in realtà non lo è ! ci consente di ottenere un look di sicuro successo che non passerà certo inosservato, basta solo scegliere gli accostamenti giusti. Verde, viola, giallo e rosso sono colori che si sposano bene anche tra di loro. Certo, non tutti nello stesso outfit! Perché, va bene che è carnevale, ma Arlecchino lasciamolo a Venezia! Tutte le tonalità di beige (ce ne sono un trilione) stanno tendenzialmente sempre bene tra di loro. Risultato, un look armonico e raffinato, forse non particolarmente grintoso da non preferire quando vogliamo farci notare.

Fondamentale è il posizionamento dei colori nella figura. Colori vivaci e brillanti per valorizzare gambe affusolate, punto vita da vespa, spalle modeste e seni proporzionati. Colori scuri per attenuare fianchi importanti , pancetta, spalle imponenti e seno prosperoso. Quindi è necessario aver ben chiaro come siamo fatte, cosa ci piace di noi e cosa detestiamo delle nostre caratteristiche corporee. Insomma, sapere a quale delle cinque forme femminili di riferimento apparteniamo è importantissimo!! In modo da valorizzare e attirare l’attenzione di chi ci guarda nei punti giusti anche grazie alla scelta dei colori. Fatelo, e se non sapete come, vi darò io qualche suggerimento. Stay tuned!

In ultimo sdoganiamo una regola e sfatiamo un mito! L’accostamento blue-black si può fare! Si deve fare! A me piace moltissimo… è stato il successo di alcuni brand, tra cui vi suggerisco di dare un ‘occhiata a www.livianaconti.it , il giusto compromesso tra stile, gusto, forme e budget.

| Filed under Style

Vi presento la rubrica dedicata allo stile!

In questo spazio parleremo di moda, anzi, più di stile. Anche Coco Chanel diceva: “la moda passa, lo stile resta“. Stile inteso come originalità, quell’insieme di caratteristiche che ci permettono di essere sicure e perfette in ogni circostanza soprattutto in materia di look! Quindi, qualche suggerimento su come valorizzare quello che di noi ci piace tanto (fosse anche solo quei dieci centimetri di pelle tra collo e spalle che facciamo intravedere solo a luglio, vorrà dire che cominceremo da quelli!) e a mimetizzare quelle parti del nostro corpo che invece proprio detestiamo (anche se amica e fidanzato ci ripetono ” ma stai benissimo!” ). Si sa che la nostra percezione allo specchio è sempre un po’ alterata, ciò detto, ci sono dei capi che non possiamo proprio permetterci e altri oggettivamente brutti anche se molto “cool“!

Allo stesso tempo ce ne sono alcuni, di cui forse ignoriamo l’esistenza, che ci starebbero da Dio, ma alla fine indossiamo sempre più o meno le stesse cose! Bene, ben vengano sempre le stesse cose (io le adoro!) se ci fanno sentire bene! ma se non vogliamo presto o tardi lamentarci d’esser sempre “vestite uguale” bisognerà imparare a mixarle! Capi basic e pezzi più ricercati, qualche accessorio, la scarpa giusta e via!! senza nemmeno pensarci troppo su e senza esser preda dell’indecisione davanti allo specchio o nelle nostre sedute di shopping!!

Incominciare questa rubrica in tempo di saldi mi costringe a farvi fare un check del vostro armadio! in questo periodo gli acquisti da fare sono solo due: capi essenziali o così detti “quattro stagioni”, capi classici che costituiranno la base perfetta del vostro guardaroba… ad esempio una bella camicia bianca in seta! Sceglila in versione blusa un pochino più lunga, se il tuo non è proprio un “ventre piatto”, al contrario, se hai fianchi un po’ più pronunciati e un punto vita da vespa ,sceglila più corta e un po’ più avvitata. Altro acquisto che si può fare in tempo di saldi: il must di stagione! Togliersi la soddisfazione di quel capo, magari con un cartellino un po’ off-limit, che adesso troviamo a prezzi ribassati, con la consapevolezza che non diventerà il nostro capo preferito e che forse non riusciremo a consumarlo! Comprato un po’ così… per farci un regalo con un pizzico di follia! Ad esempio un abito in pizzo, una maglia di paillettes o una camicia dalla stampa appariscente e scenografica! Non vi preoccupare! Ci torneranno utili!

Avete fatto tutto questo? bene, siamo pronte a partire!

| Filed under Style